Evasione scolastica: in Sicilia il più alto tasso di dispersione

Genitori che non mandavano i propri figli a scuola. Sono 31 quelli denunciati dai carabinieri della stazione di Sant’Alfio, in alcuni Comuni della zona ionica. Padri e madri accusati di aver procurato l’evasione scolastica dei propri figli. Per giustificare le assenze alcuni hanno dichiarato ai militari di avere assecondato la volontà dei figli, altri invece hanno spiegato di aver scelto di mandarli a lavorare, in diversi casi in nero.

Non si tratta soltanto di assenze saltuarie. Nell’elenco figurano anche dei casi di vero e proprio abbandono con alunni che non avrebbero risposto all’appello degli insegnati per più di trenta giorni consecutivi. Per risalire alle singole posizioni, i miliari hanno analizzato l’anno scolastico in corso e in maniera particolare la situazione degli istituti di istruzione primaria e secondaria. L’indagine ha avuto anche il supporto dei dirigenti scolastici.

In alcuni casi è stato anche necessario l’intervento dei servizi sociali a causa di situazioni di abbandono e degrado. Secondo il rapporto Bambini senza. Origini e coordinate delle povertà minorili dell’organizzazione Save the children la Sicilia è la regione italiana con il più alto tasso di dispersione scolastica. Una percentuale che per l’isola si attesta al 24 per cento.

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.